È stato presentato oggi l’evento “Alla Lizza con Brio”, edizione nuovissima del Gran Premio dei “Go Kart” che per la prima volta si svolgerà all’interno di un circuito cittadino istituito ad hoc dal comune di Siena (intorno al Parco della Lizza).

La manifestazione, dedicata alla memoria del fantino Andrea Mari detto “Brio”, si terrà sabato 22 e domenica 23 ottobre e il ricavato verrà donato alla Lilt senese proprio in occasione di “ottobre rosa”, mese della prevenzione del tumore al seno attraverso la Campagna Nastro Rosa.

“Il mese della prevenzione dei tumori al seno Nastro Rosa si celebra quest’anno con l’abbraccio di tutta la città – spiega Gaia Tancredi, presidente Lilt Siena con un evento corale che unisce Palio e solidarietà, nel nome della prevenzione oncologica, che donerà ai senesi due giorni ricchi di emozioni. Al nostro fianco avremo il Comune di Siena e tanti protagonisti del mondo del Palio che aiuteranno la Lilt a diffondere in maniera capillare l’importanza della diagnosi precoce nei tumori femminili”.

La campagna “Nastro Rosa” ha come obiettivo quello di sensibilizzare e responsabilizzare le donne (senza limiti di età) sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella.

Inoltre e soltanto nelle due giornate dedicate alla manifestazione ludico-sportiva sarà possibile acquistare l’ombrello Lilt, nuovo gadget di solidarietà! Nella foto, la presidente Gaia Tancredi e Andrea Stella, senologo della Lilt.

Venerdì 2 settembre a Vitaleta, luogo incantato della Val d’Orcia, si terrà l’evento “Vitaletae Lux”, una serata di musica rock ideata da Stefano Ciatti.

Una band straordinaria composta da musicisti di altissimo livello suonerà capolavori della musica internazionale dedicati alla luce e al sole.

L’evento inizierà alle 19 con l’asta di vini preziosi; seguirà un apericena e il concerto rock prenderà il via alle 21. Il ricavato della vendita dei biglietti del concerto e dell’asta di vini sarà devoluto alla Lilt di Siena che ha come obiettivo il potenziamento dei propri strumenti diagnostici.

C’è ancora tempo per prenotare i biglietti chiamando al 3472646227 o scrivendo a roberto.rappuoli@podereforte.it.

Anche se il sole ha per l’organismo molti benefici, è bene seguire comportamenti adatti a proteggere la pelle e sottoporsi a controlli annuali della cute per la diagnosi precoce del melanoma.

Per prevenire i danni di una scorretta ed eccessiva esposizione solare e per alzare il livello di guardia contro i tumori cutanei e i melanomi, come ogni anno, la LiltLega Italiana per la lotta contro i tumori ha lanciato una campagna di informazione e sensibilizzazione nazionale dal titolo “Proteggi la tua pelle”.

Tra i suggerimenti principali (prevenzione primaria):

  • proteggere la pelle con la crema solare
  • non esporsi al sole nelle ore più calde
  • bere molta acqua
  • effettuare controlli di routine a carattere preventivo

La crema solare va scelta e applicata in base al fototipo di appartenenza; se ad esempio si ha una carnagione bianca, gli occhi azzurri, i capelli biondo-chiaro o rossi e le lentiggini, e inoltre non ci si abbronza mai ma ci si scotta sempre, è bene usare: schermi (cappellini, magliette, occhiali da sole), creme solari con un indice di protezione (SPF) 50+ da applicare ogni due ore e per tutto il periodo dell’esposizione solare.

Fondamentale poi la diagnosi precoce (prevenzione secondaria) e l’autodiagnosi: oltre la metà dei melanomi viene, difatti, individuata attraverso l’autocontrollo, che dovrebbe essere mensile. Un’indicazione sui segnali di allarme del melanoma che rimane sempre valida è la famosa “sigla ABCDE” riferita all’analisi visiva dei nevi:

  • A (Asimmetria)
  • B (bordi irregolari)
  • C (colore policromo)
  • D (dimensione maggiore 6 mm)
  • E (evoluzione – modificazioni)

 

Domenica 10 luglio alle 21 all’interno della Fortezza di Montalcino si terrà il concerto “Donne in Musica”, primo evento a firma “Coesioni”, il progetto di beneficenza nato dall’unione di tre giovani produttori – in foto da sinistra Riccardo Talenti (Talenti), Francesco Ripaccioli (Canalicchio di Sopra), Tommaso Cortonesi (Cortonesi) – legati dall’amicizia e dall’amore per il territorio montalcinese.

L’evento, il cui ricavato sarà interamente devoluto alla LILT di Siena e all’associazione “Hop Hope!”, è stato ideato dal montalcinese Stefano Ciatti e sponsorizzato proprio da Coesioni.

“Donne in Musica” è un omaggio alla figura femminile, una “storia” presentata dalla suggestiva locandina realizzata da Barbara Bonifacio con la collaborazione dall’artista montalcinese Carlotta Parisi.

Tra i protagonisti della serata: Stefano Ciatti (voce narrante), Filippo Zazzeri (voce), Luca Ravagni (sax e tastiere), Massimo Muratori (tromba, flauto e armonica), Diego Perugini (chitarre), Andrea Pinsuti (tastiera e voce), Franco Fabbrini (basso elettrico e voce), Gianluca Meconcelli (batteria), Irene Gonnelli (voce), Ilaria Camaiani (voce), Piera Arena (voce). Direzione artistica: Franco Fabbrini.

Sempre alta l’attenzione alla salute da parte della CNA – Pensionati di Siena che, insieme alla Lilt senese, continua a portare avanti un importante progetto di prevenzione anche domiciliare.
Alcuni giorni fa, infatti, la dottoressa Elisa Gaudini ha eseguito decine di visite otorinolaringoiatriche grazie a questa sinergia che vede uniti il Centro di prevenzione oncologico di viale Europa e la CNA.

Una grande campagna di prevenzione contro il melanoma e il tumore al seno ha interessato la Lilt e i carabinieri di Siena nei giorni scorsi.

Centinaia di militari, uomini e donne, hanno partecipato a uno screening di controllo sia in Dermatologia che in Senologia grazie alla disponibilità dei medici che sono impegnati negli ambulatori del Centro di Prevenzione in viale Europa 15 a Siena.

Benedetta Martini e Niccolò Nami – i due dermatologi impegnati nello screening

La presenza alla Lilt del capitano Lucia Dilio (in copertina insieme alla presidente Gaia Tancredi), durante la giornata di screening, ha ancora una volta rilanciato il messaggio mirato alla prevenzione come strumento di grande efficacia e potenza contro l’insorgenza delle malattie neoplastiche.

Il controllo dei nei su un gran numero di carabinieri del nostro territorio è stato possibile grazie alla collaborazione stabilita con la clinica di Dermatologia e la Chirurgia plastica del policlinico delle Scotte che hanno permesso di attivare ben 11 ambulatori operativi in una sola giornata.

Domani 24 maggio alle 17 nella sala Italo Calvino del Santa Maria della Scala a Siena si svolgerà l’evento conclusivo del progetto “Prevenire è vita”, promosso dalla Guardia di Finanza e dal Rotary Club Siena Montaperti a favore della Lilt senese.

Nei mesi scorsi, i medici della Lilt, i militari della Guardia di Finanza e lo psicologo Luca Pianigiani, in rappresentanza del Rotary Siena Montaperti, hanno guidato gli studenti di dieci istituti superiori della città sulla strada della prevenzione, nella battaglia continua contro le fake news. Non a caso, il titolo di questa edizione è “Tutti i pericoli della rete: fra salute e legalità”.

Domani saranno premiati gli studenti meritevoli che hanno partecipato al concorso, promosso dal Rotary Siena Montaperti, con elaborati artistici e letterari ispirati ai temi trattati in classe, durante le lezioni di questo ciclo di incontri.

Anche questa edizione del concorso è stata intitolata a Nadia Toffa, la giornalista delle Iene scomparsa prematuramente per una grave malattia oncologica.

Durante la cerimonia sarà consegnato dal professor Francesco Schittulli, presidente nazionale della Lilt, il “primo premio Nadia Toffa” alla giornalista di Rai 1 Claudia Aldi.

All’evento, patrocinato dal Comune di Siena, parteciperanno le massime autorità cittadine.

Si è svolta stamattina l’inaugurazione del nuovo ecografo di senologia della Lilt senese, acquistato anche grazie ai fondi raccolti con l’ultimo Gran Premio dei “Go Kart” 2021 in memoria di Andrea Mari, evento a cui hanno partecipato tutti i protagonisti del Palio.

Presenti questa mattina nella nuova sede di viale Europa, il sindaco di Siena Luigi De Mossi, l’assessore con delega al Commercio, Turismo e Attività Produttive Stefania Fattorini, la famiglia Mari, il patron e organizzatore della manifestazione dei “Go Kart” Stefano Berrettini ed Elena Conti, co-organizzatrice con Berrettini del Gran Premio che anche negli anni a venire, come comunicato oggi stesso da Berettini, sarà intitolato ad Andrea.

Sopra questo nuovo macchinario di altissima tecnologia che la Lilt di Siena ha intitolato proprio ad Andrea, Claudia Nerozzi ha dipinto con i colori che ricordano la “terra in Piazza” la frase “Il Palio per me è tutto… è la vita! Un sogno che si avvera ogni volta che entro in pista” che Andrea era solito pronunciare.

 

Tra gli interventi, anche quello del dottor Andrea Stella in rappresentanza di tutti i medici della Senologia, il quale ha spiegato il funzionamento tecnico del nuovo ecografo.

 

Infine la Presidente Gaia Tancredi e il direttore sanitario Enrico Pinto hanno illustrato l’attività della senologia e il grande impegno profuso da tutta la squadra dei medici Lilt che ogni giorno accoglie e segue oltre 30 donne impegnate ad affrontare visite di routine e non, ecografie e/o mammografie di controllo.

 

La felicità è più bella se condivisa: i futuri sposi Filippo Rappuoli e Silvia Nocentini – che convoleranno a nozze il prossimo primo giugno – hanno scelto una “forma diversa di bomboniere solidali” destinando proprio il denaro delle bomboniere di matrimonio alla Lilt di Siena.
Una scelta importante, una donazione fatta da chi crede nella prevenzione e che contribuisce, con un gesto bellissimo, a portare avanti il lavoro quotidiano del Centro di prevenzione oncologico di viale Europa.

Filippo Arcelloni, attore e regista, sarà il “Pellegrino della salute” che da oggi, sabato 7 maggio, porterà il messaggio di prevenzione LILT da Pontremoli fino a Radicofani.

Via Francigena on foot”, iniziativa organizzata per i 100 anni della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, vuole sensibilizzare sui benefici sulla salute di una vita attiva e di una corretta alimentazione, e lo fa “con una lunga camminata”: i 1000 chilometri che Arcelloni percorrerà lungo la Via Francigena e che separano il Passo del Gran San Bernardo da Roma.

Nella capitale, che l’attore raggiungerà il 31 maggio in occasione della “Giornata mondiale senza tabacco”, l’artista piacentino consegnerà al Presidente nazionale LILT un diario con i desideri dei bambini incontrati lungo il percorso.

Non solo: lungo la Via Francigena, Arcelloni sarà accompagnato (per brevi tratti) da volontari, amministratori locali, scolaresche – in generale da tutti gli interessati al tema della prevenzione – e inoltre raccoglierà impressioni e storie da poter rievocare durante le “conferenze-spettacolo” da offrire alle sedi delle tappe che lo desiderino.

In totale 40 tappe in 6 regioni, ben 16 in Toscana. Ogni sezione provinciale o delegazione locale LILT accoglierà il “Pellegrino della salute” a suo modo: accompagnandolo, mangiando insieme, affiancandolo in interessati confronti sull’iniziativa.

Ogni giorno Arcelloni caricherà online dei brevi video-diari a documentare i progressi nel cammino.

Siena, il “Pellegrino della salute” arriverà il 19 maggio e sarà accolto da Gaia Tancredipresidente della Lilt senese, nella sede del Centro di prevenzione oncologico in viale Europa, insieme a tutto lo staff Lilt, alle autorità e ai cittadini che vorranno dare il benvenuto ufficiale all’attore.

Raggiunti il 21 maggio gli affascinanti scorci delle colline senesi di San Quirico d’Orcia, infine, il “Pellegrino” incontrerà un gruppo di donne che hanno vissuto la drammatica condizione del tumore al seno, esperienza e difficile “cammino” che condivideranno con chi parteciperà all’incontro.

L’iniziativa “Via Francigena on foot” è patrocinata inoltre dall’Associazione Europea delle Vie Francigene, soggetto incaricato dal Consiglio d’Europa per la tutela e la valorizzazione dell’Itinerario culturale della Via: “AEVF sostiene il progetto e l’attività della LILT – sottolinea il responsabile progetti Sami Tawfik – poiché ritiene che i cammini, unitamente al loro portato culturale e di sviluppo territoriale sostenibile, rappresentino un’importante modalità di prevenzione e di promozione di un corretto stile di vita”.